L'azione cattolica - Opera sublime - Milizia dell'Immacolata Zona Bagheria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'azione cattolica - Opera sublime

Testi > Testi > scritti Kolbiani


assai sublime: è collaborazione con Dio stesso nell'opera di perfezionamento, di santificazione e di felicità degli uomini. (SK 1071)

PERCHE’

Strettamente parlando lo scopo della MI è lo scopo dell’Immacolata stessa. Ella, infatti, quale Corredentrice, desidera estendere all’umanità intera i frutti della redenzione operata dal Figlio Suo e fà di tutto per guadagnare a Cristo gli eretici, gli scismatici, i massoni, gli ebrei, ecc. (SK 1220)

Il vero milite dell’Immacolata non restringe il proprio cuore solamente a sé stesso, né alla propria famiglia, ai parenti ai vicini, agli amici, ma abbraccia con essi il mondo intero, tutti e ognuno singolarmente. (SK 1088)

Il milite dell’Immacolata non è indifferente al male che dilaga, ma lo detesta con tutto il cuore e perseguita in ogni occasione, in ogni luogo e in ogni tempo qualsiasi male che avvelena le anime degli uomini. Tuttavia non confida in sè stesso ma ripone una speranza sconfinata nell’Immacolata mediatrice di tutte le grazie. (SK 1088)

Ella sapeva che…i suoi cavalieri non si sarebbero limitati a difendere la fede, ma si sarebbero mossi all’attacco all’offensiva, per conquistare le roccaforti nemiche; avrebbero avanzato però nutrendo nel cuore un amore senza limiti presso il prossimo, l’amore stesso dell’Immacolata…e avanzano con l’odio, un odio implacabile, quell’odio che l’Immacolata stessa nutre nei confronti del male, del peccato, anche se leggero. (SK 1277)


COME?

Desideriamo appartenere sempre più a Lei, fino ad essere dei cavalieri disposti a sacrificarci totalmente per Lei fino all’ultima goccia di sangue nella conquista a Lei del mondo intero e di ogni singola anima e ciò al più presto, al più presto al più presto: ecco la MI. … Un mezzo formidabile è il collegamento delle energie dei singoli, di anime isolate fra loro. Ecco il perché della MI in quanto Associazione. (SK 1231)

Di quali mezzi si serve la MI? Il buon esempio, la preghiera, la sofferenza e il lavoro sono i mezzi ordinari con i quali si promuove il bene delle anime. L’esempio spinge all’imitazione, la preghiera, il sacrificio e la sofferenza attirano le grazie divine, mentre l’attività esteriore porta a compimento l’opera …La MI si serve quindi di qualsiasi mezzo, purché lecito, che possa condurre allo scopo. (SK 1226)

…che i fedeli cavalieri dell’Immacolata si trovino dappertutto, ma specialmente nei posti più importanti, come: 1) l’educazione della gioventù (professori di istituti scientifici, maestri, società sportive); 2) la direzione dell’opinione delle masse (riviste, quotidiani, la loro redazione e diffusione, biblioteche pubbliche e circolanti, conferenze, proiezioni cinematografiche etc.); le belle arti (scultura, pittura, musica,teatro); e infine 4) i nostri militi dell’Immacolata divengano in ogni campo i primi pionieri e le guide nella scienza (scienze naturali, storia, letteratura, medicina, diritto, scienze esatte, etc). Sotto il nostro influsso e sotto la protezione dell’Immacolata sorgano e si sviluppino i complessi industriali, commerciali, le banche ecc.. In una parola la MI impregni tutto e in uno spirito sano guarisca, rafforzi e sviluppi (ogni cosa) alla maggior gloria di Dio per mezzo dell’Immacolata e per il bene dell’umanità. (SK 92)


Un missionario della penna non calcola i propri risultati dal numero dei certificati di battesimo stampati, ma è un educatore delle masse, forma l'opinione pubblica, attenua l'avversione nei confronti del cattolicesimo, chiarisce e lentamente rimuove dalle menti prevenzioni e obiezioni inveterate, predispone ad un graduale lealtà nei confronti della Chiesa e col tempo, più o meno lungo ad una certa simpatia, alla fiducia, infine al desiderio di conoscere più a fondo la religione. E' una strada lunga, tuttavia un missionario di questo tipo vi conduce non già le singole persone soltanto, ma le masse. (SK 1193)


Piaccia a Dio che nell’imminente avvenire non ci siano città, non ci siano villaggi in cui non si trovino biblioteche o sale di lettura per libri buoni e riviste , in conveniente numero, a bassissimo costo e possibilmente gratuite. Sorgano ovunque dei circoli che si assumano l’impegno di distribuire e di diffondere la buona stampa ed in breve tempo la faccia della terra si trasformerà. … non ci si dovrebbe restringere ai soli fedeli, ma scrivere anche per gli acattolici e offrire loro un buon alimento spirituale. Questi sono pure gli scopi attuali della M.I. e con questo mezzo si è già verificata più di una conversione. (SK 1249)

La fecondità del lavoro, quindi, non dipende dalle capacità, dagli sforzi, dal denaro, benché pure questi siano doni di Dio, utili anche per l’azione cattolica, ma soltanto e unicamente dal grado di unione con Dio.(SK1071)

Accettate tutto quello che accade come Sua volontà, comprese le sofferenze alla quali Egli permette (non le causa) che gli uomini malvagi vi sottopongano, sapendo che anche queste, per un mistero, vi arricchiranno.…. Offritevi totalmente a Dio, fate in modo che vi trasformi in soldati d’amore che, con gli altri, conquisteranno il mondo intero; non nel senso di catturarlo ma di renderlo libero. (1932)

CONCLUSIONE

A volte ci sembra che Dio governi il mondo”con troppo poca energia”. Eppure con un solo gesto della Sua volontà onnipotente Egli potrebbe schiacciare e stritolare nella polvere tutti gli atei dell’Unione Sovietica, tutti gli spagnoli incendiari di chiese, tutti gli immorali avvelenatori della gioventù e tutti quelli che assomigliano a costoro: così pensa la nostra mente limitata, ristretta, mentre la Sapienza eterna, dal canto suo, giudica in modo diverso. Le persecuzioni purificano le anime come il fuoco purifica l’oro, le mani dei carnefici creano le schiere dei martiri e più d’una volta, alla fine di tutto, i persecutori sperimentano la grazia della conversione. Inscrutabili, ma sempre sapientissime sono le vie di Dio. Da ciò non consegue affatto che noi dobbiamo incrociare le braccia e permettere ai nemici delle anime di divertirsi liberamente. Niente affatto,…tuttavia…tuttavia….noi non vogliamo correggere la Sapienza infinita, dirigere lo Spirito Santo, ma lasciamoci condurre da Lui. (SK1160)


PREGHIERA

Sotto la Tua protezione, o madre dolcissima, e con l’invocazione del mistero della Tua Immacolata Concezione, desidero compiere tutte le mie azioni e sopportare tutto ciò che mi capiterà. Inoltre propongo solennemente di offrire fedelmente tutto questo allo scopo di dare il mio contributo, con tutte le energie a mia disposizione, per rendere a Dio il culto dovuto, mediante la diffusione delle devozione verso di Te. Ti prego pertanto o Madre amorosissima di porgere benigna il Tuo sostegno alle mie fatiche. Dal canto mio, prometto devotamente e liberamente come è giusto, di riconoscere come ottenuto da Dio per tua intercessione qualsiasi vantaggio derivante da queste mie attività. (SK1353)L'azione cattolica è un'opera sublime
assai sublime: è collaborazione con Dio stesso nell'opera di perfezionamento, di santificazione e di felicità degli uomini. (SK 1071)

PERCHE’

Strettamente parlando lo scopo della MI è lo scopo dell’Immacolata stessa. Ella, infatti, quale Corredentrice, desidera estendere all’umanità intera i frutti della redenzione operata dal Figlio Suo e fà di tutto per guadagnare a Cristo gli eretici, gli scismatici, i massoni, gli ebrei, ecc. (SK 1220)

Il vero milite dell’Immacolata non restringe il proprio cuore solamente a sé stesso, né alla propria famiglia, ai parenti ai vicini, agli amici, ma abbraccia con essi il mondo intero, tutti e ognuno singolarmente. (SK 1088)

Il milite dell’Immacolata non è indifferente al male che dilaga, ma lo detesta con tutto il cuore e perseguita in ogni occasione, in ogni luogo e in ogni tempo qualsiasi male che avvelena le anime degli uomini. Tuttavia non confida in sè stesso ma ripone una speranza sconfinata nell’Immacolata mediatrice di tutte le grazie. (SK 1088)

Ella sapeva che…i suoi cavalieri non si sarebbero limitati a difendere la fede, ma si sarebbero mossi all’attacco all’offensiva, per conquistare le roccaforti nemiche; avrebbero avanzato però nutrendo nel cuore un amore senza limiti presso il prossimo, l’amore stesso dell’Immacolata…e avanzano con l’odio, un odio implacabile, quell’odio che l’Immacolata stessa nutre nei confronti del male, del peccato, anche se leggero. (SK 1277)


COME?

Desideriamo appartenere sempre più a Lei, fino ad essere dei cavalieri disposti a sacrificarci totalmente per Lei fino all’ultima goccia di sangue nella conquista a Lei del mondo intero e di ogni singola anima e ciò al più presto, al più presto al più presto: ecco la MI. … Un mezzo formidabile è il collegamento delle energie dei singoli, di anime isolate fra loro. Ecco il perché della MI in quanto Associazione. (SK 1231)

Di quali mezzi si serve la MI? Il buon esempio, la preghiera, la sofferenza e il lavoro sono i mezzi ordinari con i quali si promuove il bene delle anime. L’esempio spinge all’imitazione, la preghiera, il sacrificio e la sofferenza attirano le grazie divine, mentre l’attività esteriore porta a compimento l’opera …La MI si serve quindi di qualsiasi mezzo, purché lecito, che possa condurre allo scopo. (SK 1226)

…che i fedeli cavalieri dell’Immacolata si trovino dappertutto, ma specialmente nei posti più importanti, come: 1) l’educazione della gioventù (professori di istituti scientifici, maestri, società sportive); 2) la direzione dell’opinione delle masse (riviste, quotidiani, la loro redazione e diffusione, biblioteche pubbliche e circolanti, conferenze, proiezioni cinematografiche etc.); le belle arti (scultura, pittura, musica,teatro); e infine 4) i nostri militi dell’Immacolata divengano in ogni campo i primi pionieri e le guide nella scienza (scienze naturali, storia, letteratura, medicina, diritto, scienze esatte, etc). Sotto il nostro influsso e sotto la protezione dell’Immacolata sorgano e si sviluppino i complessi industriali, commerciali, le banche ecc.. In una parola la MI impregni tutto e in uno spirito sano guarisca, rafforzi e sviluppi (ogni cosa) alla maggior gloria di Dio per mezzo dell’Immacolata e per il bene dell’umanità. (SK 92)


Un missionario della penna non calcola i propri risultati dal numero dei certificati di battesimo stampati, ma è un educatore delle masse, forma l'opinione pubblica, attenua l'avversione nei confronti del cattolicesimo, chiarisce e lentamente rimuove dalle menti prevenzioni e obiezioni inveterate, predispone ad un graduale lealtà nei confronti della Chiesa e col tempo, più o meno lungo ad una certa simpatia, alla fiducia, infine al desiderio di conoscere più a fondo la religione. E' una strada lunga, tuttavia un missionario di questo tipo vi conduce non già le singole persone soltanto, ma le masse. (SK 1193)

Piaccia a Dio che nell’imminente avvenire non ci siano città, non ci siano villaggi in cui non si trovino biblioteche o sale di lettura per libri buoni e riviste , in conveniente numero, a bassissimo costo e possibilmente gratuite. Sorgano ovunque dei circoli che si assumano l’impegno di distribuire e di diffondere la buona stampa ed in breve tempo la faccia della terra si trasformerà. … non ci si dovrebbe restringere ai soli fedeli, ma scrivere anche per gli acattolici e offrire loro un buon alimento spirituale. Questi sono pure gli scopi attuali della M.I. e con questo mezzo si è già verificata più di una conversione. (SK 1249)

La fecondità del lavoro, quindi, non dipende dalle capacità, dagli sforzi, dal denaro, benché pure questi siano doni di Dio, utili anche per l’azione cattolica, ma soltanto e unicamente dal grado di unione con Dio.(SK1071)

Accettate tutto quello che accade come Sua volontà, comprese le sofferenze alla quali Egli permette (non le causa) che gli uomini malvagi vi sottopongano, sapendo che anche queste, per un mistero, vi arricchiranno.…. Offritevi totalmente a Dio, fate in modo che vi trasformi in soldati d’amore che, con gli altri, conquisteranno il mondo intero; non nel senso di catturarlo ma di renderlo libero. (1932)

CONCLUSIONE

A volte ci sembra che Dio governi il mondo”con troppo poca energia”. Eppure con un solo gesto della Sua volontà onnipotente Egli potrebbe schiacciare e stritolare nella polvere tutti gli atei dell’Unione Sovietica, tutti gli spagnoli incendiari di chiese, tutti gli immorali avvelenatori della gioventù e tutti quelli che assomigliano a costoro: così pensa la nostra mente limitata, ristretta, mentre la Sapienza eterna, dal canto suo, giudica in modo diverso. Le persecuzioni purificano le anime come il fuoco purifica l’oro, le mani dei carnefici creano le schiere dei martiri e più d’una volta, alla fine di tutto, i persecutori sperimentano la grazia della conversione. Inscrutabili, ma sempre sapientissime sono le vie di Dio. Da ciò non consegue affatto che noi dobbiamo incrociare le braccia e permettere ai nemici delle anime di divertirsi liberamente. Niente affatto,…tuttavia…tuttavia….noi non vogliamo correggere la Sapienza infinita, dirigere lo Spirito Santo, ma lasciamoci condurre da Lui. (SK1160)


PREGHIERA

Sotto la Tua protezione, o madre dolcissima, e con l’invocazione del mistero della Tua Immacolata Concezione, desidero compiere tutte le mie azioni e sopportare tutto ciò che mi capiterà. Inoltre propongo solennemente di offrire fedelmente tutto questo allo scopo di dare il mio contributo, con tutte le energie a mia disposizione, per rendere a Dio il culto dovuto, mediante la diffusione delle devozione verso di Te. Ti prego pertanto o Madre amorosissima di porgere benigna il Tuo sostegno alle mie fatiche. Dal canto mio, prometto devotamente e liberamente come è giusto, di riconoscere come ottenuto da Dio per tua intercessione qualsiasi vantaggio derivante da queste mie attività. (SK1353)


 
Torna ai contenuti | Torna al menu