Scheda 676 - Milizia dell'Immacolata Zona Bagheria

Vai ai contenuti

Menu principale:


SK 676a - A Mugenzai no Sono Sul mare tra Hong Kong Manila, 29 V 1936

Maria   Miei cari Figli!  A Hong Kong una pioggerella non permetteva di allontanarsi troppo dalla nave. Tuttavia un missionario bernardino1, che si reca in vacanza in Spagna dopo 25 anni trascorsi all'interno della Cina, mi ha tirato fino alla cattedrale. Contava con gioia i piani delle case: cinque, sei. Non era più abituato, infatti, a vedere grandi città. Ventun anni fa era stato catturato dai banditi, che lo avevano tenuto prigioniero per cinque giorni. Poi era riuscito a scappare, grazie ad un mulo che, imbizzarritosi, aveva mandato all'aria le porte del luogo e queste, cadendo, lo avevano nascosto. Eppure si trovava in mezzo ai bolscevichi. È sopravvissuto ad una fuga notturna, anzi egli stesso è entrato nascostamente di notte nella missione, affinché i bolscevichi non lo scorgessero. In una parola è un autentico martire, che sente ancora gli effetti delle frustate sulla schiena.  A Hong Kong si sono trasferiti in classe economica due salesiani: un chierico e un sacerdote2.  Verso le cinque abbiamo ripreso il viaggio, ma una burrasca ha mandato molti a letto. Anch'io ho risentito parecchio degli ondeggiamenti3 della nave.  Il terzo compagno di cabina, salito a Hong Kong, ripete soltanto, in inglese, di essere “sick”, malato.  Al presente, da questa mattina, va abbastanza meglio. Scrivo nella veranda. Alla mia sinistra dormicchia il chierico salesiano, a destra le suore conversano in francese, mentre in fianco uno scuro indù con i baffi legge cantarellando un libro stampato a caratteri indiani. All'intorno altri ospiti chiacchierano o leggono e per tutti soffia un venticello estivo.  Probabilmente imbucherò questa lettera sulla nave e partirà con francobollo italiano, perché non so quali occasioni ci saranno domani.  A Hong Kong faceva fresco e pioveva, mentre ora il sole è cocente e fa colare il sudore.  Gloria all'Immacolata per tutto.  Vostro    fr. Massimiliano M. Kolbe      PS - Il clima di Hong Kong è umido e per questo, come ho sentito dire, influisce sui nervi. Dobbiamo, perciò, ricuperare con la virtù ciò che il clima non concede.  La pace regni sempre a Mugenzai no Sono, la serenità interiore. Non bisticciate mai4, neppure per i motivi più giusti. Nel caso di divergenza di opinioni, se la faccenda non è grave, cedere; mentre se la cosa è importante, sottoporla al p. Guardiano. Ma non litigare mai, non bisticciare mai!!!...      

Nota 676a.1 Probabilmente il compagno di viaggio del canadese p. Peloquin - cf. SK 673a.  
Nota 676a.2 Il sacerdote era don Mario Acquistapace (cf. SK 992H), come egli stesso ricorda nell'articolo ‘Yo viajè con el Padre Maximiliano Kolbe’ (Buletìn Salesiano, Madrid, novembre 1928, p. 4-5); il chierico era Giovanni Capelli, che rientrava in Italia, malato di tubercolosi.  
Nota 676a.3 P. Massimiliano usa un vocabolo giapponese.  
Nota 676a.4 Nell'originale l'espressione “Non bisticciate mai” è sottolineata tre volte.  
Torna ai contenuti | Torna al menu