Scheda 1327 - Milizia dell'Immacolata Zona Bagheria

Vai ai contenuti

Menu principale:


SK 1327 - La denominazione Niepokalanów, a. 1940

La Milizia dell'Immacolata si chiama dell'Immacolata, poiché i suoi membri si donano all'Immacolata senza alcuna riserva e sotto ogni aspetto, senza alcuna eccezione.  Di Lei desiderano essere servi e figli e schiavi d'amore e cosa e proprietà e strumenti docili e tutto ciò che in qualunque tempo l'amore verso di Lei suggerisce al cuore di qualsiasi persona che La ama. In una parola, desiderano appartenere a Lei sotto ogni aspetto, essere Suoi secondo tutta l'estensione del significato di questa espressione.  Non l'hanno pensata in modo diverso neppure tutti quei cuori, innamorati di Lei, i quali si sono donati in qualsiasi tempo e si donano attualmente a Lei, utilizzando i titoli più diversi.  Ognuno di essi desiderava e desidera esprimere alla propria Signora, Regina e Madre dilettissima, la volontà di appartenere a Lei nel modo più perfetto possibile.  Si chiama pure Milizia, Cavalleria, poiché coloro che si consacrano all'Immacolata in modo così completo desiderano metter l'accento sull'intenzione di cancellare qualsiasi restrizione non solo quanto all'estensione, ma anche quanto all'intensità di tale donazione, desiderano così metter l'accento sulla loro volontà di ardere sempre più d'amore verso di Lei, per irradiare sempre più anche nell'ambiente circostante, illuminare con il loro splendore e riscaldare con il loro entusiasmo il maggior numero possibile di anime che in qualsiasi modo si avvicinano ad esse; in qualità di cavalieri desiderano conquistare all'Immacolata, e al più presto possibile, il mondo intero e ogni singola anima senza alcuna eccezione.  Le lettere “M.I.”, tratte dalla denominazione latina: “Militia Immaculatae”, costituiscono la sigla internazionale della denominazione dell'associazione.  
Torna ai contenuti | Torna al menu