Scheda 904 - Milizia dell'Immacolata Zona Bagheria

Vai ai contenuti

Menu principale:


SK 904 - A p. Samuele Rosenbaiger, Nagasaki Niepokalanòw, 10 IX 1940

 
J.M.J.Fr. Amato e caro P. Guardiano!  Accogliendo il suo desiderio, invio qualche parola ai fratelli1 e la risposta alla lettera di fr. Alfonso. Non chiudo, poiché la censura civile l'aprirà egualmente; inoltre, sarà utile anche a Lei, Padre, conoscere (in via confidenziale) il contenuto, per aiutare i più deboli. Certamente le notizie sono già arrivate, poiché furono spedite alcuni giorni fa: qualcosa sullo stile dell'antico Echo2.  Padre caro, mi fa molto piacere che Lei non si perda d'animo, ma anzi ringrazi l'Immacolata per le piccole croci. È proprio vero: Dio governa il mondo e tutto permette in vista di un bene maggiore. La sofferenza che addolora maggiormente sono i rilassamenti e le mancanze nella vita religiosa che si notano in qualche fratello; è vero, ma Gesù - a conforto dei superiori, affinché non si tormentino eccessivamente - permise che perfino nel gruppo dei dodici Apostoli venisse a trovarsi uno indegno di questo nome.  Nonostante tutto, come si può constatare, l'Immacolata conduce avanti la sua opera e senza dubbio volgerà ogni cosa soltanto verso un bene maggiore.  È interessante notare che non esiste quadro o statua dell'Immacolata in cui non appaia anche il serpente. Del resto anche nella sacra Scrittura noi non leggiamo soltanto: “Ella ti schiaccerà il capo”, ma altresì: “e tu porrai insidie al suo piede” [Gen 3, 15]. E ciò si avvera in ogni anima che vuole avvicinarsi a Lei e in ogni casa che vuol lavorare per Lei. Satana cerca pure degli strumenti per sé anche all'interno, poiché non si accontenta di suscitare le bufere dal di fuori.  Saluto cordialmente tutti.    fr. Massimiliano M. Kolbe     Cordiali saluti a p. Mieczysław, a p. Graziano e a p. Janusz.   
Torna ai contenuti | Torna al menu